, , , , , , , ,

Francesco Montanari,Vinicio Marchioni,Marco Bocci – Signed Photo – Romanzo criminale – La serie

Availability:

In stock


Foto con autografo di Francesco Montanari, Vinicio Marchioni e Marco Bocci.

Television Series: Romanzo criminale – La serie (2008-2010)

Dimension: 20 Cm x 25 Cm (Appr.)

$119,00

In stock

FRANCESCO MONTANARI BIOGRAFIA:
Francesco Montanari (Roma, 4 ottobre 1984) è un attore italiano.
Diplomato presso l’Accademia nazionale d’arte drammatica, Francesco Montanari partecipa al saggio di diploma dell’allievo regista Jacopo Bezzi, I bambini di sale, ed è successivamente diventato famoso per la sua partecipazione, nel ruolo del “Libanese”, in Romanzo criminale – La serie, serie tv ispirata alla vera storia della banda della Magliana. Nel 2009 è nel film Oggi sposi, regia di Luca Lucini. Ha inoltre partecipato, al fianco di Benedicta Boccoli e Sebastiano Somma, allo spettacolo teatrale Sunshine, per la regia di Giorgio Albertazzi e, insieme a Riccardo De Filippis, a Il Calapranzi di Harold Pinter, per la regia di Giorgio Caputo.
Nel 2010 è protagonista dello spettacolo Killer Joe, di Tracy Letts, con la regia di Massimiliano Farau, al fianco di Alessandro Marverti, Chiara Claudi, Andrea Ricciardi e Patrizia Ciabatta. Interpreta il sicario Killer Joe. Nello stesso anno recita da protagonista anche in Piccoli equivoci, per la regia di Claudio Bigagli, insieme a Mauro Meconi e Diane Fleri. Ancora protagonista, assieme a Vanessa Hessler, del film: Sotto il vestito niente – L’ultima sfilata di Carlo Vanzina. Nel 2012 interpreta la parte di un senza tetto nel videoclip di Luciano Ligabue M’abituerò, diretto e prodotto da Marco Salom. Nello stesso anno è il protagonista del cortometraggio di Francesco Felli L’ultimo giro di valzer, assieme a Serena Autieri, nel quale interpreta il difficile ruolo di un malato di SLA. Nel 2013 compare in Squadra antimafia interpretando Achille Ferro, spietato mafioso catanese. Valerio Binasco lo sceglie per interpretare Romeo in Romeo e Giulietta prendendo il testimone di Riccardo Scamarcio. Sempre nel 2013 interpreta una drag queen nel film Come non detto per la regia di Ivan Silvestrini. Nel 2014 è in scena con Parole incatenate insieme a Claudia Pandolfi per la regia di Luciano Melchionna. Nel 2015 interpreta Giovanni nello spettacolo teatrale Il più bel secolo della mia vita, recitando al fianco di Giorgio Colangeli. Sempre nel 2015 è stato ospite alla festa de Il Fatto Quotidiano per interpretare Massimo Carminati nelle intercettazioni di Mafia Capitale. Nel 2016 conduce assieme ad Alessandro Bardani una trasmissione radiofonica di nome Happy Hour su Radio 2. Nel 2018 è il protagonista della fiction Il cacciatore, trasmessa su Rai 2 e tratta dal romanzo autobiografico Cacciatore di mafiosi del magistrato Alfonso Sabella, nel ruolo del PM Saverio Barone (personaggio ispirato a Sabella), membro del pool antimafia di Palermo, impegnato nella ricerca di latitanti mafiosi nella Sicilia degli anni a cavallo tra il 1993 e il 1996, la cui interpretazione vale all’attore il premio come miglior interprete maschile all’edizione 2018 del Cannes International Series Festival. Nello stesso anno ha ricevuto il prestigioso Premio Internazionale Vincenzo Crocitti “Attore In Carriera”. Nel 2019 partecipa alla serie I Medici insieme a Daniel Sharman nel ruolo di Girolamo Savonarola
VINICIO MARCHIONI BIOGRAFIA:
Vinicio Marchioni (Roma, 10 agosto 1975) è un attore italiano.
Romano di origini calabresi (la madre è originaria di Torre Melissa, in provincia di Crotone). Si è diplomato come attore nel 2000 presso la Libera Accademia dello Spettacolo di Roma, e ha debuttato nel 1995 in teatro, con associazione culturale LUDOM (Luci dall’ombra), dove vanta un ricco curriculum. Nel 2005 ha studiato con Luca Ronconi presso il Centro Santa Cristina. In precedenza, dopo aver conseguito la maturità, si era iscritto alla facoltà di Lettere indirizzo Spettacolo dell’Università La Sapienza seguendo la sua passione per la scrittura. Per dedicarsi completamente al teatro non ha conseguito la laurea. Vinicio Marchioni è affetto da una lieve forma di balbuzie su cui ha però dichiarato di lavorare molto per limitarne gli effetti. Nel mese di ottobre 2018, Marchioni si iscrive al corso di laurea in Beni culturali presso l’Università di Roma “Tor Vergata”.
Vinicio Marchioni è diventato famoso per la sua partecipazione, nel ruolo de il Freddo, nella serie televisiva Romanzo criminale (2008-2010), diretta da Stefano Sollima, ispirata alla vera storia della cosiddetta Banda della Magliana. Sempre nel 2008 ha avuto anche una piccola esperienza come conduttore televisivo: su LA7 ha infatti presentato Città criminali una serie di docu-fiction riguardanti i più famosi fatti di cronaca nera italiani dagli anni sessanta ai giorni nostri. Nel 2009 debutta sul grande schermo con Feisbum! Il film, pellicola in otto episodi ispirata al servizio di rete sociale Facebook. Nello stesso anno gira da protagonista, il film 20 sigarette, tratto dal libro Venti sigarette a Nassiriya, scritto da Aureliano Amadei, uno dei superstiti della strage di Nassiriya del 2003[3] e regista del film. A settembre il film viene presentato alla 67ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nella sezione Controcampo Italiano, di cui vince il premio e una menzione speciale è dedicata a Marchioni per la prova d’attore. Nel 2010 ha partecipato ai videoclip Gli spietati dei Baustelle e Casting dei Mambassa. Nel 2011, per la sua interpretazione in 20 sigarette, ottiene una candidatura come miglior attore protagonista ai David di Donatello 2011.
MARCO BOCCI BIOGRAFIA:
Marco Bocci, nome d’arte di Marco Bocciolini (Marsciano, 4 agosto 1978), è un attore italiano, noto per il ruolo del commissario Nicola Scialoja nella serie televisiva Romanzo Criminale e del vicequestore Domenico Calcaterra nella serie TV Squadra antimafia.
Attore di teatro, dove esordisce nel 2000, cinema e soprattutto televisione, si è diplomato in recitazione presso il Conservatorio Teatrale d’Arte Drammatica “La Scaletta”, diretto da Giovanni Battista Diotajuti a Roma. Tra i suoi lavori ricordiamo: i film I cavalieri che fecero l’impresa (2001), regia di Pupi Avati, e Los Borgia (2006), Cuori rubati (2002), la serie tv Incantesimo 8 (2005-2006), in cui è antagonista nel ruolo di Adriano Gomez, e le miniserie tv Graffio di tigre e Caterina e le sue figlie 2, entrambe del 2007, Ho sposato uno sbirro (2008) e Romanzo criminale – La serie (2008), dove riprende il ruolo del Commissario Scialoja, interpretato da Stefano Accorsi nell’omonimo film diretto da Michele Placido. Ha inoltre recitato nel ruolo di Domenico Calcaterra dalla terza stagione di Squadra antimafia – Palermo oggi. Dalla quinta stagione passa a ruolo di protagonista, sostituendo Simona Cavallari uscita di scena nella stagione precedente, con la messa in onda su Canale 5 dal 9 settembre 2013. Esce di scena alla settima stagione nel 2015. Ha recitato con Massimo Lopez nella fiction Le mille e una notte – Aladino e Sherazade, andata in onda su Rai 1, lunedì 26 e martedì 27 novembre 2012, nella parte di Aladino. Nel 2013 è presente al Festival del Cinema di Venezia con il cortometraggio The Audition e gira i film Watch them fall (Guardali cadere). Nel mese di novembre 2014 arriva nei cinema con la commedia Scusate se esisto!, accanto a Paola Cortellesi e Raoul Bova. L’anno successivo è uno dei protagonisti della pellicola Italo, il film, tratto da una storia vera, narra di un cane straordinario che ottenne la cittadinanza onoraria di Scicli, il paese siciliano in cui viveva. È anche portiere della nazionale italiana dei cantanti. Dal 2016 Bocci è protagonista della serie Solo, dove interpreta l’agente sotto copertura Solo. Nella primavera del 2018 è giudice ad Amici di Maria De Filippi su Canale 5. Nel 2019, ha esordito come regista cinematografico con il film A Tor Bella Monaca non piove mai. Nell’estate del 2020, debutta con il suo nuovo spettacolo Lo zingaro, scritto insieme a Marco Bonini, Gianni Corsi, con le musiche di Davide Cavuti e la regia di Alessandro Maggi.

You may also like…